Admiral Sport, le scommesse e il mio lavoro

Gli inizi

Per poter palare di Admiral Sport, devo fare un passo indietro tornando ai giorni dopo il master in Marketing Management frequentato presso GEMA. Più precisamente nel gennaio 2012, quando ho iniziato a lavorare nel dipartimento online di Codere, una società multinazionale operante nel gioco lecito che gestisce Bingo e  apparecchi di intrattenimento.

Con l’esperienza maturata in Codere è iniziato il percorso che più in là negli anni mi avrebbe portato dove sono adesso,  in Admiral Sport, società del gruppo Novomatic che si occupa di scommesse sportive e virtuali.

Sono entrato in Admiral Sport nel marzo 2016 con il ruolo di Product Manager ad occuparmi di scommesse sportive. Admiral Sport nel 2016 era in fase di  startup e la sua value proposition era chiara: offrire soluzioni per scommesse sportive e virtuali integrate attraverso l’uso di terminali Self Service.

Gli SST

I vantaggi dell’impiego dei self service nelle sale e nei corner è forte: con meno personale  è possibile gestire il business in sala. Avere meno personale vuol dire avere meno costi fissi. Questo significa che le sale con installati i terminali self service Admiral Sport hanno costi minori: non c’è bisogno di avere più cassieri per gestire le code.

Ma cosa sono i terminali Self service per scommesse sportive? I terminali self service (o SST) sono macchine che, per l’appunto, permettono all’utente di compilare le proprie schedine in autonomia. Tramite un’interfaccia del tutto simile a quella che potete trovare su un sito web per sommesse, (es. Eurobet, Planetwin365, ecc…).

FV830 terminale Virtual

Per arrivare al software che adesso sta girando nei terminali, le tappe sono state diverse: nelle prime fasi, il mio lavoro in Admiral Sport è stato di contribuire all’adattamento del software (all’epoca del fornitore BGT) per le scommesse ospitato nei self service per l’italia e contestualmente gestirne i contenuti.

FV830 sport isibet

Isibet

Successivamente, nel 2017,  abbiamo cambiato il fornitore del software di gioco negli SST e insieme ad Isibet abbiamo affrontato una nuova sfida: costruire sulla loro base software 2 prodotti che permettessero al self service di massimizzare la loro utilità ed essere al contempo, semplici, usabili e funzionali. In questo periodo quindi abbiamo sviluppato 2 prodotti:

  • il terminale scommesse virtuali
  • il terminale scommesse sportive

Di entrambi i prodotti abbiamo curato ogni aspetto: dall’interazione degli utenti con l’interfaccia alle dinamiche di gioco.

In questa esperienza sono riuscito a mettere tutto quello che avevo appreso nei lavori precedenti: dai principi del web design alla user experience riuscendo a realizzare un’interfaccia funzionale al prodotto e che permette agli SST di lavorare al 100% delle loro capacità.